Dark Souls Wiki
Advertisement

Seath il Senzascaglie (chiamato Seath the Scaleless nella versione inglese e Haku Ryū Shīsu nell'originale giapponese) è un boss obbligatorio di Dark Souls. È uno dei quattro possessori di una grande anima (nel suo caso, possiede un frammento dell'anima di Gwyn).

Luogo[]

Lo si incontra per la prima volta in cima agli Archivi del Duca, dove è necessario morire per sua mano per proseguire. Il vero scontro ha invece luogo nella Caverna di Cristallo.

Lore[]

Soprannominato il "Drago albino", Seath il Senzascaglie nacque, come fa intuire il soprannome stesso, privo di scaglie, e di conseguenza non immortale come gli altri draghi. Per questo motivo, li tradì alleandosi con Gwyn, Lord del Sole, e confidandogli il segreto per trapassare le robuste scaglie dei suoi simili. Si impossessò poi di un prezioso cristallo, il Cristallo Primordiale, grazie al quale ottenne la tanto agognata immortalità e divenne un "vero non morto". Al termine della guerra, Gwyn ricompensò Seath con il titolo di Duca e con un frammento della sua anima.

Con il passare del tempo, divenne ossessionato dai suoi esperimenti e dalle sue ricerche, ammassando decine di tomi e finendo per impazzire. Sotto il suo comando, gli Evocatori viaggiarono in lungo e in largo per procurargli cavie per i suoi esperimenti, i quali il più delle volte finirono per creare dei mostri.

I sei occhi degli Evocatori compensavano la sua cecità e i Soldati di Cristallo popolavano la sua fortezza, mentre i Soldati Serpente sorvegliavano le prigioni.

Seath è considerato il fondatore della stregoneria ed è il principale oggetto di ricerca del noto stregone Logan. Alcune sue creazioni sono le Pisaca, le Farfalle della Luna e il Tizzone di Cristallo.

Durante gli eventi di Dark Souls II, Seath è stato ormai dimenticato quasi da tutti. L'unico a ricordare qualcosa è Carhillion del Profondo, il quale afferma che tempo addietro la stregoneria venne inventata da un "grande essere pallido", aggiungendo poi che ormai nessuno ricorda più se è vero o meno.

Tuttavia, in Dark Souls III, la sua eredità viene parzialmente ripristinata quando i Saggi di Cristallo iniziano a tramandare il lavoro di Logan, il quale aveva appreso queste arti dal leggendario "Drago Pallido", che viene quindi venerato quasi come una divinità.

Informazioni sullo scontro[]

Durante il primo scontro con Seath, in cima gli Archivi del Duca, non è possibile danneggiarlo poiché trae energia direttamente dal Cristallo Primordiale. L'unico modo per poter proseguire è morire.

Durante lo scontro vero e proprio, in fondo alla Caverna di Cristallo, è possibile frantumare il cristallo per impedire a Seath di rigenerarsi, rendendolo di fatto nuovamente mortale e permettendo di affrontarlo direttamente. In combattimento, Seath attacca principalmente con soffi che fanno fuoriuscire dal terreno cristalli che maledicono i giocatori; a distanza ravvicinata, invece, utilizza attacchi con le braccia o codate se gli si è alle spalle.

Oggetti lasciati[]

Oggetto BequeathedLordSoulShard
Fram. Anima Lord Tramandata
Wpn Moonlight Greatsword
Spadone della Luna
Percentuale Garantito Coda tagliata

Galleria[]

Colonna sonora[]

https://youtu.be/6gIrG8SEKvU

Curiosità[]

  • Per venire trasportati al falò della prigione, è necessario semplicemente morire all'interno dell'area dove si affronta Seath e non necessariamente per mano sua.
    • Questo spiega perché morendo fuori dalla stanza si viene trasportati al primo falò e perché venendo uccisi da Logan ci si ritrovi nella prigione.
  • È possibile che la sua coda rimanga sul terreno anche dopo essere stata mozzata senza svanire.
  • Il personaggio di Seath è un omaggio al dio drago apparso in King's Field.
  • Le mani spettrali che fuoriescono dai tomi dell'Archivio Centrale di Dark Souls III ricordano molto quelle di Seath, il che è un probabile riferimento al fatto che Oceiros e i suoi eruditi stessero effettivamente studiando le pratiche di Seath.
Advertisement