Dark Souls Wiki
Advertisement

"Ah, schiavi ignoranti. Finalmente ve ne siete accorti, vero? Del potere del mio amato Ocelotte, figlio dei draghi. Non lascerò che lo prendiate per voi. Ho solo lui al mondo."
— Oceiros prima dello scontro.

Oceiros, il Re Consumato (chiamato Oceiros, the Consumed King nella versione inglese e Yōō osuroesu nell'originale giapponese) è un boss opzionale di Dark Souls III.

Descrizione[]

Oceiros appare come un vecchio e decrepito drago dalla pelle lucida e biancastra; è privo di scaglie e porta un bastone. È capace di proferire parola e dialogare, ma ruggisce come una belva se fatto infuriare.

Luogo[]

Si trova al termine del Giardino del Re Consumato, in una grotta situata dietro una balconata sorvegliata da due cavalieri.

Lore[]

Oceiros era l'ex-re di Lothric al momento dell'arrivo del Camione della Cenere nella città. Per quanto basata su ottime premesse, la vita di Oceiros prese una piega tragica quando Lothric, il figlio secondogenito destinato a essere il nuovo Vincolatore e garantire l'immagine della famiglia regnante, nacque malato, di salute cagionevole e col tempo assunse una posizione sempre più avversa al Vincolo, fino a rifiutarlo. Nel tentativo disperato di risolvere il problema, dopo che anche i mezzi più indicibili si rilevarono inefficaci, scoprì nell'Archivio centrale gli appunti di Logan Grancappello su come ottenere l'immortalità, che Logan aveva a sua volta sottratto dalle ricerche di Seath il Senzascaglie. Come i suoi due predecessori, Oceiros impazzì a causa delle ricerche del drago pallido e scelse di seguire la via del drago, disposto a tutto al punto da mutarsi egli stesso in un essere draconico deforme.

Oceiros ebbe un ultimo figlio (non è accertato il sesso) di nome Ocelotte, che egli definiva "figlio dei draghi" e che, nella sua visione, possedeva il potere necessario per sistemare le cose. Tuttavia fu l'unico a vederla così, poiché la regina lasciò il regno per sempre una volta portato a termine il parto. La corona cadde: i Tre Pilastri di Lothric, in particolare i Cavalieri e l'Alta Sacerdotessa, tentarono di coprire la cosa mentre il re, ormai folle, si ritirava nel suo giardino personale, tra le rovine della cappella. I corpi di numerosi assassini inviati ad ucciderlo si trovano in quei giardini, mentre cavalieri della Guardia personale del Re proteggono ogni accesso. Tuttavia, fu tutto inutile, e la guerra civile infiammò la città mentre la Maledizione dei non morti si manifestava più terribile che mai.

Quando il Campione della Cenere raggiunge il re, ormai folle, questi lo schernisce, convinto del grande potere custodito dal figlio neonato. Oceiros attacca, proteggendo il piccolo e incitandolo a manifestare il suo potere e a non nascondersi: tuttavia, nel suo delirio, perse rapidamente la pazienza quando le ferite dello scontro si fecero sentire e, accecato dalla follia e dalla rabbia, spiaccicò a terra il figlio uccidendolo per poi scaraventarsi contro il protagonista in una furia cieca, fino a morire per mano del non-morto.

Informazioni sullo scontro[]

Lo scontro inizia con un filmato di re Oceiros, ormai impazzito, che tiene in mano il corpo invisibile del suo ultimogenito, Ocelotte. Una volta resosi conto della presenza della Creatura della Cenere, raccoglie il suo bastone dal pavimento e si prepara alla battaglia, pronto a difendere la salute di suo figlio con la sua stessa vita.

Nella prima fase, attacca quasi solamente agitando il suo bastone. I suoi attacchi sono molto lenti e facili da evitare, poiché passa molto tempo tra un colpo e l'altro. Inoltre, la maggior parte dei suoi attacchi colpisce direttamente davanti a sé, lasciando il resto del corpo scoperto. A volte balzerà in aria per schiacciare il giocatore e formerà delle fontane intorno a sé che infliggono la maledizione a chiunque le tocchi.

Nella seconda fase, tuttavia, Oceiros diventa molto più aggressivo. Inizia liberandosi del presunto neonato e mandando in mille pezzi il bastone colpendo il terreno. Comincia quindi a spostarsi sulle quattro zampe e a combattere in modo simile a Vordt, scattando contro il giocatore da una parte dell'arena all'altra.

Alcuni dei suoi attacchi lo vedono sferrare una serie di morsi consecutivi simili a quelli delle Bestie di Sulyvahn, sferrare una serie di artigliate e una giravolta su sé stesso.

Può ora scatenare un soffio azzurro che fa fuoriuscire dal terreno dei cristalli che infliggono la maledizione. In particolare, può planare verso il giocatore e soffiare cristalli sotto di sé.

Evocazioni[]

  • Hawkwood il disertore: Se si ha terminato di parlare con lui all'Altare del Vincolo, se ne andrà per sempre e sarà possibile trovare il suo segno di evocazione appena prima della balconata sorvegliata dai due cavalieri.

Oggetti lasciati[]

Oggetto Soul of Consumed Oceiros
Anima di Oceiros il Re Consumato
Percentuale Garantita

Curiosità[]

  • Il suo doppiatore è William Houston, che aveva in precedenza prestato la voce a Chester il Magnifico del primo capitolo e Vendrick del secondo.
  • Possiede un'animazione di morte unica se viene ucciso nella prima fase, ma è quasi impossibile che ciò avvenga senza utilizzare dei trucchi.
  • Nei file di gioco è presente il modello inutilizzato di un infante, che avrebbe dovuto molto probabilmente essere Ocelotte, ma che venne in seguito tagliato dal gioco per ragioni sconosciute.
    • Sarebbe dovuto inizialmente essere presente un filmato nel quale Oceiros uccideva Ocelotte. Ciò è stato molto probabilmente tagliato per rendere la scena eccessivamente violenta.

Galleria[]

Colonna sonora[]

Dark Souls III[]

Oceiros, the Consumed King[]

https://youtu.be/egsPHLWe-dk

Advertisement