Dark Souls Wiki
Advertisement

Gwyndolin il Sole Oscuro (chiamato Dark Sun Gwyndolin nella versione inglese e Kage no Taiyō Guwindorin nell'originale giapponese) è il leader del patto delle Lame della Luna Oscura e un boss opzionale di Dark Souls. È stato doppiato da Harry Lister Smith, che ha prestato la voce anche al Principe Lothric di Dark Souls III, mentre nella mod italiana è doppiato da Tania Astone, che ha prestato la voce anche a Gwynevere.

Luogo[]

Gwyndolin il Sole Oscuro sorveglia la tomba onoraria di Lord Gwyn ad Anor Londo. Essa può essere trovata scendendo per la scala a spirale del ponte ruotante se lo si ha abbassato al livello più basso, appena dopo il falò. Se il giocatore indossa l'Anello della Magia Nera , la statua di Gwyn svanirà e al suo posto comparirà la nebbia di Gwyndolin. Il giocatore può quindi scegliere se inginocchiarsi davanti a essa per divenire un membro del suo patto oppure attraversarla per dare il via allo scontro.

Se non si possiede l'Anello della Magia Nera, è possibile accedere comunque allo scontro uccidendo Gwynevere, che si rivela quindi essere un'illusione creata da Gwyndolin. La nebbia dello scontro sarà quindi accessibile nella solita posizione.

Storia[]

Gwyndolin può far entrare i giocatori nel patto delle Lame della Luna Oscura e accetta Prove di un successo per farli salire di grado.

Lore[]

Gwyndolin era l'ultimogenito di Lord Gwyn e l'ultima divinità rimasta a sorvegliare Anor Londo. Venne cresciuto come una figlia a causa della sua forte affiliazione con la luna e utilizza l'illusione di Gwynevere per celare la sua presenza e far credere che la famiglia reale regni ancora sulla città degli dei.

In Dark Souls III, Gwyndolin è divenuto la divinità principale di Anor Londo, prendendo il posto del padre come Re degli Dei. Oltre a continuare a sorvegliare il vincolo del fuoco, ha anche iniziato a rintracciare i discendenti degli dei fuggiti da Anor Londo e riportarli a Irithyll. La ragione di ciò è sconosciuta, ma si suppone lo facesse per assicurarsi che il potere degli dei continuasse a vivere.

Governava insieme alla sua apparente sorella Yorshka, una giovane mezzosangue. La loro parentela non viene mai approfondita, ma è noto che Gwyndolin la rispettava molto.

In seguito, Sulyvahn, ex-residente del Mondo Dipinto di Ariandel, si guadagnò il favore del dio e iniziò una rapida scalata sociale che lo portò rapidamente ai ranghi più alti della Via Bianca: consolidata la sua posizione anche grazie alla scoperta della Fiamma Profanata, Sulyvahn sciolse l'ordine dei Cavalieri della Luna Oscura (da tempo non più "lame", ma un ordine ufficialmente riconosciuto e onorato) e lo purgò, istituendo un proprio corpo di cavalieri personale e proclamandosi Pontefice.

Gwyndolin non poté fare nulla poiché colpito da una malattia così grave da impedirgli persino di guidare il proprio patto e governare la città. La leadership passò quindi a Yorshka, che venne però immediatamente imprigionata da Sulyvahn, che si impossessò completamente della città mantenendo nel mentre una facciata di legittimità. Il Dio della Luna Oscura venne di fatto imprigionato all'interno delle rovine della vecchia cattedrale.

Quando Aldrich ritornò in vita come Signore dei Tizzoni, si disinteressò al ruolo e decise di dirigersi a Irithyll per cibarsi del dio. Giunto sul posto, iniziò a consumare lentamente Gwyndolin, ormai troppo debole per difendersi, e avendo così delle visioni che raffiguravano Priscilla e Nito. La Fiamma Sopita riuscì però a raggiungerlo interrompendo il suo pasto, obbligandolo a prendere possesso dei resti del corpo di Gwyndolin per difendersi. Il Dio della Luna Oscura venne poi finalmente liberato quando la Fiamma Sopita uccise Aldrich, liberando Gwyndolin dal tormento e concedendogli di morire.

Informazioni sullo scontro[]

Lo scontro con Gwyndolin avviene in un lunghissimo corridoio, con il dio che può teletrasportarsi indietreggiando e attaccare scoccando frecce in rapida successione, oppure con due tipi di miracolo. Il primo lancia una raffica di sfere magiche evitabili solo nascondendosi dietro una colonna; il secondo scaglia invece un gigantesco globo azzurro che trapassa le pareti e infligge danni ingenti.

Oggetti lasciati[]

Oggetto Boss Soul
Anima di Gwendolin
Percentuale Garantita

Note[]

  • Il corridoio nel quale lo si affronta non è infinito e percorsa una determinata distanza arriva a un punto cieco. Gwyndolin non sarà quindi capace di teletrasportarsi e attaccherà con maggiore frequenza, ma visto che i suoi attacchi sono progettati per essere scagliati dalla distanza, semplicemente girargli intorno permette di evitarli tutti tranquillamente.
  • Sconfiggendolo, sarà possibile acquistare da Domhnall il suo set.
  • La Cavaliera della Luna Oscura diverrà ostile non appena Gwyndolin viene affrontato, non ha importanza se lo si sconfigge o no.
    • Ciò accadrà anche se si uccide Gwynevere, poiché anch'esso è considerato un affronto a Gwyndolin.

Curiosità[]

  • Condivide il tema con la Farfalla della Luna.
  • Sotto il mantello di Gwyndolin, è possibile vedere un seno. Tuttavia, quando si affronta Aldrich, il suo petto è visibile ed è privo di seno.
  • Se viene affrontato prima di Ornstein e Smough è possibile evocare il Cavaliere Solaire; benché egli non possa entrare nell'arena per combattere, donerà comunque un Medaglione del Sole al termine dello scontro.
  • Se si utilizza l'Anello della Magia Nera e si affronta e sconfigge Gwyndolin senza uccidere l'illusione di Gwynevere, essa rimarrà comunque insieme alla luce solare di Anor Londo.
  • In Dark Souls III, dei contenuti tagliati rivelano che sarebbe stato possibile ottenere, dopo aver sconfitto Aldrich, un dito di Gwyndolin e donarlo alla sorella Yorshka come ricordo.

Galleria[]

Colonna sonora[]

Dark Souls[]

Dark Sun Gwyndolin[]

https://youtu.be/wNvujJEQ864

Advertisement