Dark Souls Wiki
Advertisement

Gwyn, Lord dei Tizzoni (chiamato Gwyn, Lord of Cinder nella versione inglese e Maki no ō Gūin nell'originale giapponese), spesso chiamato anche Gwyn, Lord del Sole e dei Tizzoni, Il Grande Lord o più semplicemente Lord Gwyn, è il boss finale di Dark Souls e uno dei quattro lord originali che sconfissero i draghi.

Descrizione[]

Lord Gwyn indossa abiti regali, con braccialetti dorati e una corona sulla testa. Ai piedi porta quelli che sembrano dei mocassini e brandisce uno spadone permeato con il potere della luce e della Prima Fiamma. Il suo volto è quello di un uomo anziano, con occhi sereni e una lunghissima barba grigia. Quando il Non Morto Prescelto lo affronta alla fornace, Gwyn è ormai divenuto vuoto, come evidenziato dall'aspetto trasandato, dalla pelle bruciata e dall'assenza di occhi.

Luogo[]

Viene affrontato alla Fornace della Prima Fiamma.

Evocazioni[]

Per questo scontro è possibile evocare Solaire di Astora, ma solo se egli è riuscito a sopravvivere a Lost Izalith. Il suo segno di evocazione si trova proprio accanto alla nebbia che porta verso Gwyn.

Lore[]

Dark Souls[]

Storia[]

Dopo l'avvento del fuoco, Gwyn fu uno dei quattro a trovare un'Anima di Lord, insieme a Nito il Re Tombale, alla Strega di Izalith e al Nano Furtivo; nel filmato viene visto circondato da cavalieri e indossante abiti regali, quindi è possibile fosse già un re. La sua anima gli permise di manipolare la luce, producendo una sostanza chiamata fulmine. I quattro lord si allearono quindi con Seath il Senzascaglie e con il loro potere sfidarono i Draghi Eterni, riuscendo a sconfiggerlo.

Così iniziò l'Era del Fuoco, con Gwyn come re di Lordran. Egli risiedeva con il suo clan nella città di Anor Londo e fondò una nuova stirpe, gli Dei. Spesso, essi cacciavano per divertimento i discendenti dei draghi, sviluppando potenti abilità. Seath venne invece risparmiato e, per il suo aiuto, venne ricompensato con il titolo di Duca e con il controllo sugli archivi.

Gwyn formò anche i suoi Quattro Cavalieri: Ornstein l'Ammazzadraghi, capitano della guardia, Gough l'Occhio di Falco, capitano degli Ammazzadraghi, Ciaran la Lama del Lord, l'assassina reale, e Artorias il Camminatore degli Abissi, il leggendario cavaliere.

L'amico di Gwyn, Havel la Roccia, venne reso generale dei suoi guerrieri, facenti anch'essi parte dell'esercito di Gwyn. Anche il serpente primordiale Frampt, a detta di Kaathe, perse il senno e divenne amico di Gwyn.

Quando la fiamma iniziò a svanire, Gwyn e gli altri lord fecero tutto il possibile per trovare una soluzione. La Strega di Izalith tentò di replicarla utilizzando la propria anima, ma il tentativo finì in tragedia e la tramutò nell'orrenda Culla del Caos, che a sua volta iniziò a partorire creature deformi note come Demoni del caos, che vennero combattute dai coraggiosi Cavalieri d'Argento di Gwyn; le fiamme dei demoni annerirono le loro armature. Senza avere altra scelta, Gwyn partì per la Fornace della Prima Fiamma e si sacrificò vincolandosi, usando il proprio corpo come carburante per alimentarla e prolungare così l'Era del Fuoco; i fedeli Cavalieri Neri che lo avevano seguito vennero inceneriti dal processo e ora vagano Lordran come spiriti incorporei. Prima di partire, tuttavia, Gwyn aveva diviso la sua anima tra il suo clan e la sua famiglia, dividendone in particolare metà tra i Quattro Re e Seath il Senzascaglie.

Gli eventi del gioco sono ambientati mille anni dopo. Gwynevere, Principessa del Sole, Frampt il Cercatore di Re e Kaathe l'Oscuro danno tutti al Non Morto Prescelto una visione diversa di Gwyn. I primi due affermano che è suo dovere succedere a Gwyn e sacrificarsi come fece lui per vincolare la fiamma e prolungare l'Era del Fuoco, mentre secondo Kaathe la fiamma andrebbe lasciata estinguere per dare così inizio all'Era dell'Oscurità.

Famiglia[]

Gwyn è il nipote del Gran Maestro Lloyd e padre di Gwyndolin il Sole Oscuro, Gwynevere, Principessa del Sole e Filianore. Il suo primogenito era un dio della guerra, ma tradì il suo clan per allearsi con gli antichi draghi e per questo venne privato dello stato di divinità e cancellato per sempre dagli annali della storia. Anche Yorshka, Capitano di Compagnia, è una presunta figliastra mezzosangue di Gwyn, ma il gioco non specifica il loro grado di parentela.

Dark Souls II[]

Benché non venga mai specificato, viene fatto intuire che gli eventi di Dark Souls II siano ambientati ben più in là nel tempo, permettendo così a numerosi regni di sorgere e cadere. Viene anche mostrato che, indipendentemente dalla decisione del Non Morto Prescelto di vincolare il fuoco o meno, il ciclo di luce e oscurità è rimasto anche dopo la morte di Gwyn. Il nome di quest'ultimo è stato inoltre ormai dimenticato, definito semplicemente il "Dio del Sole", e gli unici ricordi della sua presenza sono quattro miracoli: Lancia del Fulmine, Lancia del Fulmine Migliorata, Lancia del Sole e Dardo Accecante.

L'Anima Antico Re, lasciata dal Vecchio Re di Ferro quando viene sconfitto a un'intensità pari a +2, viene descritta come un'anima "un tempo magnifica" e può essere utilizzata per ottenere il Dardo Accecante oppure l'Arco Potente da Ammazzadraghi, mostrando così l'esistenza di un collegamento fra Gwyn e il vecchio re. Aldia, Studioso del Peccato Originale, si riferisce a Gwyn come "Lord del Sole" e lo incolpa di aver alterato l'ordine naturale, dando vita al ciclo di luce e oscurità e rendendo gli esseri umani inferiori rispetto a quello che era un tempo il loro scopo originale, definendo le sue azioni come una "menzogna".

Dark Souls III[]

Durante gli eventi del terzo e ultimo capitolo, tutti i figli di Gwyn sono ormai scappati o morti (in particolare braccati dalla Chiesa delle Profondità e da Aldrich). La grande cattedrale di Anor Londo è caduta in rovina e l'ultimo figlio di Gwyn rimasto, Gwyndolin, ha preso il posto del padre come Re degli Dei. Tuttavia, poco prima dello svolgersi degli eventi del gioco, anche lui cade nella trappola di Aldrich e di Sulyvahn, il Gran Sacerdote, venendo avvelenato e dato in pasto al divoratore.

Gwyn viene infine reincarnato insieme agli altri Signori dei Tizzoni all'interno dell'Anima di Tizzoni. Essa rappresenta l'ultima linea di difesa contro la Creatura della Cenere ed è una fusione delle anime di tutti coloro che hanno vincolato, in passato, il fuoco; nella seconda fase dello scontro, il boss inizia inoltre a utilizzare alcuni degli attacchi caratteristici di Gwyn.

Informazioni sullo scontro[]

Gwyn è un nemico implacabile, che non lascia quasi mai opportunità per curarsi; è consigliato utilizzare armi leggere e che consumano poca stamina. Le armi pesanti sono sconsigliate poiché Gwyn tende a tracciare i movimenti dei giocatori, negando loro aperture per colpirlo. I suoi attacchi infliggono danni da fuoco e possono infliggere danni ingenti, anche se bloccati e specie se concatenati fra loro. In questo caso, può tornare utile uno scudo con alta resistenza al fuoco, come ad esempio lo Scudo di Ferro Nero o lo Scudo del Cavaliere Nero; bloccare gli attacchi è però ancora una volta sconsigliato, poiché consuma molta stamina e rischia di lasciare i giocatori esposti alla mercé delle combo.

Parare i suoi attacchi, al contrario, è un grandissimo rischio ma consente di terminare lo scontro in brevissimo tempo. Tutti gli attacchi di Gwyn, fatta eccezione per il calcio e la presa, possono infatti essere parati; con l'Anello del Calabrone, il danno di un singolo contrattacco sarà elevatissimo. Basta tuttavia un solo errore per essere uccisi, quindi è necessario prestare sempre attenzione.

Note[]

  • Gwyn è l'unico boss del gioco i cui attacchi possono essere parati.
  • Sconfiggendolo e concludendo il gioco, si verrà lanciati immediatamente nel NG+.

Oggetti lasciati[]

Oggetto Soul of Gwyn
Anima di Gwyn, Lord dei Tizzoni
Percentuale Garantita

Il suo set sarà disponibile da Domhnall di Zena nel NG+.

Curiosità[]

  • L'aspetto e la storia di Gwyn sono parzialmente ispirate a quelle di Zeus, divinità principale della mitologia greca.
  • Molti suoi aspetti sono inoltre simili a quelli del dio gallese Gwyn ap Nudd.
    • Egli veniva definito un "guerriero dal volto annerito", simile al volto vuoto di Gwyn, e "re della brava gente", comparabile agli abitanti di Lordran.
    • Nelle leggende, Gwyn ap Nudd era il sovrano di un meraviglioso paradiso chiamato "aldilà", oppure "Annwn". Questo luogo ricorda vagamente Anor Londo.
    • Infine, Ap Nudd era famoso per la "caccia" che conduceva nelle leggende, simile alla caccia ai draghi di Gwyn.

Galleria[]

Colonna sonora[]

Dark Souls[]

Gwyn, Lord of Cinder[]

https://youtu.be/AB6sOhQan9Y

Advertisement