Dark Souls Wiki
Advertisement

Il Demone centipede (chiamato Centipede Demon nella versione inglese e Mukade no Dēmon nell'originale giapponese) è un boss opzionale di Dark Souls.

Luogo[]

Il Demone centipede viene affrontato nella sezione inferiore delle Rovine del Demone.

Descrizione[]

Il Demone centipede non utilizza alcun'arma per combattere e fa interamente affidamento sulle sue numerose teste. Prima di risvegliarsi, riposa immobile su una parete rocciosa; quando però si desta, fiamme appaiono sui quattro aculei presenti sul dorso e i molteplici occhi si spalancano, con la creatura che balza a terra e inizia a camminare. Possiede un totale di sei teste demoniache simili a quelle dei centopiedi, due sul dorso, due che fungono da braccia e le ultime due come testa e coda. Esse possono allungarsi, sputare palle di fuoco ed essere mozzate. Il "braccio" destro è quello più lungo e dalla portata maggiore, mentre quello sinistro viene utilizzato per afferrare i nemici e infilarli nel ventre zannuto. Le potenti zampe posteriori gli permettono di balzare molto in alto.

Lore[]

La Scarica infinita, ultimogenito e unico figlio maschio della Strega di Izalith, ricevette l'Anello Arancione Annerito come dono dalle sue sorelle nel tentativo di alleviare il dolore provocatogli dalle sue piaghe fiammeggianti. Tuttavia, data la goffaggine dovuta alla giovanissima età, esso gli cadde in fondo a un baratro. In seguito alla formazione della Fiamma del Caos a causa della strega, il Demone centipede sorse esattamente nel punto dove cadde l'anello.

Il Non Morto Prescelto lo incontra nelle Rovine del Demone e riesce a ucciderlo, impossessandosi dell'anello e utilizzandolo per proseguire agevolmente attraverso Lost Izalith. Il cadavere del mostro verrà rinvenuto in futuro dalla Creatura della Cenere durante il suo viaggio attraverso il Lago Ardente.

Informazioni sullo scontro[]

  • È molto suscettibile al fulmine e alla magia, ma è immune al fuoco.
  • È possibile evitare di affrontarlo raggiungendo il secondo livello nel patto Servitore del Caos, aprendo così la scorciatoia per Lost Izalith. Se questo percorso non è stato sbloccato, allora è ritenuto un boss obbligatorio, data l'importanza dell'anello per attraversare il mare di lava.
  • È possibile mozzare il suo braccio destro e la coda fino a un massimo di cinque volte, poiché ogni volta che vengono recisi si rigenerano lentamente. Le teste mozzate divengono quindi dei nemici sul terreno e possono essere sconfitte. La prima volta che una testa viene tagliata, si riceverà come ricompensa l'anello (invece che ottenerlo alla fine dello scontro).
  • Durante questo scontro, è possibile evocare Solaire di Astora. Il suo segno di evocazione si trova appena fuori il muro di nebbia; egli può distrarre il boss, ma subirà danni ingenti dalla lava pur possedendo un proprio anello.
  • È consigliato attirare il demone sulla terraferma e in seguito mozzargli la testa sul braccio destro, così da ottenere immediatamente l'anello e utilizzarlo per combatterlo anche in mezzo alle pozze di lava, rendendo lo scontro estremamente più semplice.

Oggetti lasciati[]

Oggetto Orange Charred Ring
Anello Arancione Annerito
Percentuale Garantito
(anche da arto mozzato)

Curiosità[]

  • Condivide il tema con il Demone Capra.
  • È possibile vederlo appeso al muro già dal primo falò delle Rovine del Demone, ma non è possibile attaccarlo.
  • Il suo cadavere è presente anche in Dark Souls III, nell'arena del Vecchio Re Demone all'interno del Lago Ardente.

Galleria[]

Colonna sonora[]

Dark Souls[]

Centipede Demon[]

https://youtu.be/imYBLPp0H9g

Advertisement