Dark Souls Wiki
Advertisement

Il Custode del Campione e il Lupo custode della tomba (chiamati Champion's Gravetender and Gravetender's Greatwolf nella versione inglese e Ōja no hakamori to Hakamori no dai ōkami nell'originale giapponese) sono un duo di boss opzionali dell'espansione Ashes of Ariandel di Dark Souls III.

Descrizione[]

Il Lupo custode della tomba è semplicemente un lupo gigante molto più veloce e possente, ricoperto da numerose cicatrici. Il Custode è invece un guerriero maschio che brandisce la spada e scudo del suo maestro e indossa la Maschera oscura, l'Armatura di maglia, i Guanti d'arme di cuoio e il Perizoma.

Luogo[]

Dal falò La Profondità del Dipinto, il boss può essere raggiunto voltandosi a destra e scendendo in un campo fiorito di fronte alla zona con i granchi giganti, sotto la vecchia arena di Priscilla Mezzosangue.

Lore[]

Molto tempo fa, un non morto dichiarò un torneo nel quale i partecipanti si sarebbero sfidati ripetutamente, con il loro valore misurato in avversari caduti. Ciò era un visto come un dono per i non morti, che solitamente divengono vacui quando privi di uno scopo, e combattere scontri illimitati era visto come un utilizzo prestigioso della propria immortalità.

Il Campione di questi scontri alla fine però impazzì e finì per morire. Da allora, il giovane guerriero e discepolo del campione rimase a sorvegliare la sua tomba per evitare che venisse dissacrata, utilizzando le armi del maestro e con l'aiuto di un lupo gigante. I due vennero alla fine trascinati all'interno del Mondo dipinto di Ariandel, dove hanno utilizzato le stregonerie di ghiaccio per proseguire il loro compito.

Strategia[]

È consigliato uccidere immediatamente i tre lupi che accompagnano il Custode all'inizio dello scontro per assicurarsi che non divengano un problema nel corso della battaglia. Il Custode combatte molto aggressivamente, utilizzando le serie di attacchi della sua spada e scudo per colpire bloccando gli attacchi, minimizzando i danni subiti. A causa di ciò, è consigliato affrontarlo con armi come spadoni pesanti, così da farlo barcollare e spezzargli la guardia, lasciandolo esposto per un colpo critico.

Raggiunto circa il 50% della salute complessiva, smetterà di attaccare ed eseguirà il gesto Hai la mia spada, richiamando così il Lupo custode della tomba; se il giocatore riesce ad attaccarlo mentre sta eseguendo il gesto, è possibile interromperlo, ma il lupo arriverà comunque. Il Custode estrarrà quindi un bastone e inizierà a lanciare frecce dell'anima maggiori e ondate di gelo per supportare il lupo dalla distanza, utilizzando nuovamente spada e scudo se il giocatore si avvicina.

Il lupo combatte molto aggressivamente e sferra carica simili a quelle di Vordt della Valle Boreale, ma molto più rapide. Non è consigliato bloccare questi attacchi, poiché possono prosciugare l'energia del giocatore e spezzare la guardia. Raggiunta la metà della vita, emetterà un ululato e i suoi occhi si illumineranno di rosso. A questo punto, diverrà ancora più veloce e aggressivo e diverrà in grado di soffiare ghiaccio.

La strategia ideale durante la seconda fase è uccide il Custode il più velocemente possibile, rimuovendo il supporto al lupo e assicurandosi che il nemico da affrontare sia uno soltanto. Una buona tattica contro il lupo è invece quella di attirarlo dietro le colonne dell'arena di Priscilla per proteggersi dalle cariche.

Oggetti lasciati[]

Oggetto Champion's Bones
Ossa del Campione
Valorheart
Cuore impavido
Percentuale Garantite Garantito

Note[]

  • Il giocatore può imbattersi due volte nel Lupo custode della tomba prima di scontrarsi con lui nella battaglia vera e propria, poiché sorveglia l'ingresso e l'uscita delle rovine abitate dai cavalieri di Millwood. Sconfiggerlo in entrambe le occasioni riduce la sua salute del 20% durante lo scontro.
  • Entrambi i nemici sono deboli al fulmine e al sanguinamento; il lupo è anche suscettibile al fuoco.

Colonna sonora[]

Dark Souls III: Ashes of Ariandel[]

Champion's Gravetender[]

https://youtu.be/qQoEzKIVQcc

Advertisement