Dark Souls Wiki
Advertisement

Il Carro del Boia (chiamato Executioner's Chariot nella versione inglese e Keiri no Chariotto nell'originale giapponese) è un boss opzionale di Dark Souls II.

Informazioni generali[]

Situato nel Purgatorio del Non Morto, il Carro del Boia attacca il giocatore a vista non appena questi entra nell'arena. Non si ferma davanti a nulla e travolge qualunque cosa incontri, che sia nemico o amico. Una volta ucciso il conducente, il cavallo si comporta in modo molto simile ai cinghiali del primo Dark Souls.

In Scholar of the First Sin, un cavallo solitario viene affrontato all'interno del Castello di Drangleic, nella stanza che precedentemente era occupata da diversi capitani dei cavalieri di Alonne.

Evocazioni[]

In Scholar of the First Sin, è possibile evocare Creighton il Vagabondo (se lo si ha liberato) e Ray il Timido.

Lore[]

Il Carro del Boia è uno strumento creato con il solo scopo di punire e tormentare i non morti durante le cacce organizzate dal Vecchio Re di Ferro. Benché il boia sembri condurre il carro, è in realtà il cavallo a controllare la macchina.

Informazioni sullo scontro[]

Lo scontro è diviso in due fasi diverse: la battaglia contro il carro e quella contro il cavallo.

La prima fase ha inizio non appena si attraversa la coltre di nebbia. Il carro girerà in cerchio attorno all'arena nel tentativo di investire i giocatori. È possibile evitare che ciò accada nascondendosi nelle cavità dei muri o rotolando con il giusto tempismo. Il corridoio è pieno di scheletri, che continuano a ritornare in vita quando uccisi finché i negromanti nascosti nelle pareti non vengono eliminati. Il carro diminuisce la propria velocità ogni volta che viene colpito, dando così ai giocatori più tempo per occuparsi dei nemici.

Esistono due modi per concludere la prima fase. Il primo è attraversare il corridoio e tirare una leva, abbassando così un cancello contro il quale il carro si schianterà, iniziando la seconda fase. Alternativamente, è possibile continuare ad attaccare il carro con attacchi a distanza fino a portarlo al 25% della salute complessiva. Così facendo, diverrà talmente lento da non riuscire a saltare il baratro situato verso la fine dell'arena; il cavallo si aggrapperà quindi all'altro lato del bordo e basterà un singolo attacco per farlo precipitare nel vuoto insieme al carro. Questa strategia salta completamente la seconda fase.

La seconda fase inizia quando il carro si schianta contro il cancello. Il boia resterà ucciso e la carrozza sarà completamente distrutta; il boss diventerà quindi il cavallo, che si comporta in modo molto simile ai cinghiali del primo capitolo. Può caricare a testa bassa, scalciare se gli si sta alle spalle e lasciarsi cadere in avanti. Se ci si allontana troppo, inoltre, potrà vomitare una nebbia oscura che infligge danni ingenti e spezza la guardia dei giocatori.

Note[]

  • Il cavallo è particolarmente suscettibile alla magia e al fulmine.
  • Il cavallo combatte in maniera identica ai cinghiali di Dark Souls, con l'aggiunta di uno schianto in avanti e un attacco a distanza.
  • Non è possibile bloccare la carica del cavallo.
  • Sconfitto il boss, verrà sbloccato l'accesso al falò del Purgatorio del Non Morto e a Grenn il Minuscolo.
  • Bruciando un Falò ascetico al falò del Purgatorio del Non Morto, è possibile far ritornare il Carro del Boia per riaffrontarlo.
  • Quasi tutti gli attacchi del carro sono considerati attacchi oscuri.

Oggetti lasciati[]

Oggetto Boss Soul
Anima Carro del Boia
Anello della cloranzia +2
Anello della cloranzia +2
Percentuale Garantita Garantito (NG+)

Curiosità[]

  • Il Carro del Boia si sarebbe inizialmente dovuto chiamare "Carro d'Argento", come probabile riferimento al manga Le bizzarre avventure di JoJo.

Galleria[]

Colonna sonora[]

Dark Souls II[]

Executioner's Chariot[]

https://youtu.be/qTeWbWfiurU

Advertisement